Agosto 2022: spunta l’incubo No Mar

In evidenza

Egregio Direttore, dalla pandemia alla guerra, dalla siccità alla tizia che parla in corsivo: in questo sciagurato 2022 le emergenze paiono susseguirsi inesorabilmente, senza lasciarci un attimo di tregua. È notizia di questi giorni che ad agosto le presenze sulle spiagge italiane subiranno un tracollo: altro che il consueto picco che tradizionalmente, in questo periodo … Continua a leggere Agosto 2022: spunta l’incubo No Mar

Io, prof. dissidente, e il mobbing di Stato

In evidenza

Egregio Direttore, un paio d’anni fa ragionavamo insieme sulla cosiddetta didattica a distanza e su cosa aveva significato per me, docente di lettere alle superiori. Fu un esperimento in gran parte fallito, come testimoniano gli studenti stessi. Ora siamo passati dagli esperimenti didattici a quelli sulla pelle della gente, con le punture a ripetizione, anche … Continua a leggere Io, prof. dissidente, e il mobbing di Stato

I no vax fanno ancora così schifo?

Egregio Direttore, chiariamo subito un punto: io non sono un “no vax”. Semplicemente ritengo i cosiddetti “vaccini” anti Covid una porcheria. Non è la stessa cosa. “No vax” è una comoda etichetta che serve per squalificare a priori chiunque contesti l’inoculazione di massa dei prodotti presentati come vaccini contro il Covid-19, cassando preventivamente le sue … Continua a leggere I no vax fanno ancora così schifo?

La poesia fotografa la realtà, anche quella che non si vede. O che non esiste

Egregio Direttore, abbiamo bisogno della poesia. Di questi tempi più che mai. La poesia ha il potere di alleviare le pene, gli affanni, il male di vivere che sperimentiamo noi direttamente, o che ogni giorno incontriamo sulla nostra strada, negli altri. Come ci riesce? Grazie alla sua capacità di ricreare il mondo. La poesia infatti … Continua a leggere La poesia fotografa la realtà, anche quella che non si vede. O che non esiste

Oggi tocca a un prete, domani sarà infangata tutta la Chiesa

Egregio Direttore, il primo febbraio è morto don Paolo Romeo, sacerdote genovese di 51 anni. Si era ammalato di Covid il 28 dicembre, un giorno dopo di me. L’ho sentito al telefono più volte, finché non è stato portato in ospedale, circa una settimana più tardi. Un mese in terapia intensiva e poi la tragica … Continua a leggere Oggi tocca a un prete, domani sarà infangata tutta la Chiesa

Cari insegnanti, come farete ora…? Lettera aperta di un collega sospeso

Cari colleghi, maestre e professori, come farete adesso? Il 10 gennaio sono riprese le lezioni, ma non tutti eravamo a scuola. Non sto parlando dei malati di Covid, pur così numerosi tra docenti e alunni. Mi riferisco a quanti di noi sono stati sospesi prima delle vacanze di Natale, sospesi non perché hanno toccato il … Continua a leggere Cari insegnanti, come farete ora…? Lettera aperta di un collega sospeso

Rieccoci al primo giorno di scuola…

... un primo giorno che non avremmo mai voluto vedere, noi. Noi docenti, bidelli, segretari e segretarie che abbiamo scelto di non farci inoculare alcunché. Che amiamo la libertà e detestiamo le imposizioni, le discriminazioni, i ricatti. Le bugie. Noi così ingenui da credere che certe brutture fossero consegnate al passato e ai libri di … Continua a leggere Rieccoci al primo giorno di scuola…