Un Papa al traino… di Conte e Fabio Fazio

Egregio Direttore, c’è qualcosa che mi inquieta ben più della pandemia da coronavirus, ed è lo stato di salute della Chiesa cattolica in generale e italiana in particolare. Da circa un mese in Italia viviamo senza sacramenti, e molte delle nostre chiese sono chiuse. La gente muore senza sacramenti. Ufficialmente la sospensione delle funzioni religiose … Continua a leggere Un Papa al traino… di Conte e Fabio Fazio

Due cosette che ci insegna Dante

Egregio Direttore, dunque oggi tutti a leggere Dante! È il primo Dantedì della storia! «Abbiamo bisogno di rafforzare la cultura nel nostro Paese e Dante è un punto d’appoggio fondamentale» dichiara il ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina (ma non era Bussetti? no, che dico, Fioramonti? è cambiato di nuovo?). Di giornate dedicate alle nobili cause francamente … Continua a leggere Due cosette che ci insegna Dante

Nessun Giornale mi perdonerà, ma devo dirlo: i migliori quotidiani online sono altri

Egregio Direttore, apprezzo Nessun Giornale per moltissime ragioni: non racconta balle, non diffonde fake news, non mi ruba del tempo che posso impiegare meglio, ad esempio per arricchire la mia conoscenza del cinema polacco. In questi giorni di chiusura delle scuole, però, sento che dovrei riscoprire quell’attività così faticosa, stando ai miei alunni, eppure così … Continua a leggere Nessun Giornale mi perdonerà, ma devo dirlo: i migliori quotidiani online sono altri

Tex l’inesorabile, Tex l’imperdibile. Ecco perché l’ultimo Texone è davvero “gigante”

Egregio Direttore, è finalmente uscito in edicola, nel classico formato “gigante”, Tex l’inesorabile, l’albo speciale disegnato da Claudio Villa. Perché questo “Texone” è un avvenimento, e merita grande attenzione anche da parte di chi non è un appassionato di fumetti? Innanzitutto perché Claudio Villa, omonimo del reuccio della canzone italiana, è uno dei migliori disegnatori … Continua a leggere Tex l’inesorabile, Tex l’imperdibile. Ecco perché l’ultimo Texone è davvero “gigante”

Chissà se il coronavirus sarà una benedizione…

Egregio Direttore, chissà se il coronavirus insegnerà ai miei studenti a non starnutire sui capelli del compagno seduto davanti. A non lasciare sul banco in bella vista i moccichini usati. A non sbadigliarmi in faccia (lo so: è colpa delle mie lezioni soporifere). Chissà se la gente per strada smetterà di sputare per terra, per … Continua a leggere Chissà se il coronavirus sarà una benedizione…

Una grandiosa dichiarazione d’amore

Egregio Direttore, nel giorno di San Valentino perché non riscoprire qualche poesia d’amore, di quelle che magari si sono studiate ai tempi del liceo, e poi sono finite chiuse in un cassetto della memoria? (Ragazzi, che metafora! nemmeno Alessandro D’Avenia avrebbe saputo fare di meglio! neppure Cristina D’Avena!) Chi scegliamo? Neruda? Alda Merini? Cavalcanti? Il … Continua a leggere Una grandiosa dichiarazione d’amore

Papa Bergoglio: Saruman o Théoden? Manipolatore o manipolato?

Egregio Direttore, diciamocela, questa verità. Viviamo in un’epoca di grande corruzione morale. Ma l’umanità è sempre stata corrotta, in tutta la sua storia: da Adamo ed Eva a Ruby e Berlusconi, da Romolo e Remo a Rocco e Siffredi. L’uomo è sempre l’uomo. Noi, però, viviamo in una di quelle epoche (non è certo la … Continua a leggere Papa Bergoglio: Saruman o Théoden? Manipolatore o manipolato?

Lezioni impossibili. Diletta Leotta spiega le condizioni per riuscire bene negli studi

Egregio Direttore, dunque a Sanremo ci sarà anche Diletta Leotta. In compagnia di altre nove donne, tra bellone, ex bellone, reginette dei fornelli e giornaliste à la page. Ogni categoria del pubblico femminile si sentirà rappresentata. Manca solo Greta. Sono contento per la presenza della Leotta, anche se non penso che guarderò il festival: preferisco … Continua a leggere Lezioni impossibili. Diletta Leotta spiega le condizioni per riuscire bene negli studi

Che delusione Checco Zalone: impigrito, più che immigrato

Egregio Direttore, l’ultimo film di Checco Zalone, Tolo Tolo, è un triplo tradimento. Luca Medici, alias Checco Zalone, tradisce il suo pubblico, cioè gli italiani che sono corsi al cinema perché, allettati dal video della canzone Immigrato, confidavano (io ero tra quelli) in una pellicola politicamente scorretta, tra l’altro sul tema scottante della cosiddetta immigrazione, … Continua a leggere Che delusione Checco Zalone: impigrito, più che immigrato